Vorresti trovare più clienti, trasformarli subito in soldi e renderli fan a vita della tua azienda, per di più in modo totalmente automatico e smettendo per sempre di controllare di continuo l’armata Brancaleone dei tuoi collaboratori, evitando di esaurirti psicologicamente e fisicamente?

Ecco il metodo per trasformare un gruppo disordinato e indisciplinato di collaboratori - che fanno quello che vogliono e ti fanno impazzire - in un esercito di Terminator che eseguono gli ordini come macchine, a comando e senza errore, cancellando per sempre la continua supervisione da parte tua.

Ecco il metodo per trasformare un gruppo disordinato e indisciplinato di collaboratori - che fanno quello che vogliono e ti fanno impazzire - in un esercito di Terminator che eseguono gli ordini come macchine, a comando e senza errore, cancellando per sempre la continua supervisione da parte tua.

Tutto questo distruggendo la concorrenza grazie ai clienti super-entusiasti della precisione e della puntualità della tua azienda in qualunque momento… e ripeto, è tutto automatico: lo imposti una volta e non ci pensi più!
(E se lo desideri, puoi andartene in pensione da giovane come ho fatto io! Davvero!)

Da  Frank Merenda 

Mendrisio, Svizzera

Caro Imprenditore,

quando ho iniziato la mia avventura, ero un giovane imprenditore un po’ sfigato, lo ammetto.

Ero abituato a fare il consulente, ossia a lavorare praticamente da solo, mentre cercavo di assumere nuovi collaboratori per farmi aiutare nel marketing e nelle vendite.

Volevo davvero far crescere la mia azienda, in modo da non dover fare tutto da solo.

Ma c’era qualcosa di ancora peggiore del lavorare da solo: lavorare con fornitori esterni che mi chiedevano un sacco di soldi per ogni virgola (e comunque non lavoravano con la velocità e la qualità che io pretendevo per la mia azienda).

Volevo non solo trovare più clienti per far crescere la mia azienda, ma soprattutto volevo delegare il marketing e la gestione delle vendite a qualcun altro, in modo da potermi dedicare a fare ciò che più mi piaceva (e che era strettamente necessario in quel momento), ossia…

Progettare il futuro dell’azienda, il vero compito di ogni imprenditore.

Volevo sentirmi realizzato, di successo e libero come i grandi imprenditori che ho sempre studiato e ammirato sin dall’inizio.

Il problema è che non ci stavo riuscendo.

Anzi, a dirla tutta stavo proprio fallendo (e fallendo male, oltretutto).

Il punto è che stavo cercando di trovare le persone giuste che fossero in grado di seguire le mie indicazioni in autonomia e in maniera continuativa senza fare errori (te l’ho già detto che ero un po’ sfigato e un illuso in fondo in fondo, no? Ecco… ora sai anche perché…).

Solo che appunto, quello che stavo cercando di fare era una sorta di sogno impossibile.

Persone autonome e “giuste” al primo colpo… che sciocco che ero.

Per fartela breve, trovare più clienti e farli gestire ai collaboratori era solo un bel sogno che sembrava impossibile, all’epoca.

E credo che tu, conoscendomi un minimo, possa immaginare il mio livello di frustrazione, odio per il mondo intero, rabbia, pessimismo e fastidio universale.

Per rendere le cose ancora peggiori, mi sentivo da schifo perché…

Ogni dannata volta che smettevo di supervisionare personalmente ogni operazione, c'era sempre qualcosa di sbagliato o qualcosa che non funzionava

Mi sentivo ancora più da schifo (se possibile) riguardo a tutta questa situazione perché più i miei collaboratori sbagliavano, più io mi sentivo stressato e sfinito, più ero severo e mi comportavo da vero idiota nei loro confronti.

Anche se di me probabilmente hai un’immagine (erronea) di quello che si sente un gran figo, invincibile, unto dal Signore ecc., in realtà mi sentivo un completo fallimento.

Un incapace, un cattivo leader e qualcuno che non sarebbe mai stato in grado di costruire una vera azienda al di là di tutte le belle teorie che conoscevo.

Il vero problema era che quando mi concentravo sul trovare clienti col marketing, i venditori si bloccavano e non li richiamavano con precisione e puntualità.

E io giù a imprecare per le occasioni sprecate e i soldi buttati.

Allora cercavo di correre ai ripari dall’altra parte… ma quando mi concentravo sui venditori e non supervisionavo più le campagne, i clienti nuovi smettevano di arrivare…

In pratica, per farla breve…

La mia azienda era bloccata nelle sabbie mobili!

Hai mai pensato a come si debba sentire una pallina da tennis mentre due campioni la colpiscono violentemente in una finale di Wimbledon, facendola volare da una parte all’altra del campo a velocità supersonica e a suon di “mazzate”?

Beh io sì… perché è esattamente come mi sentivo io in quei momenti!

E non era una bella sensazione.

Detto terra terra, avevo la coperta sempre corta, e in più mi stavo esaurendo sia psicologicamente che fisicamente.

Non che magari ti interessi, ma mi ero imbolsito, ero ingrassato in maniera preoccupante, avevo iniziato a perdere i capelli e a sviluppare una serie di problemi di salute. Tutti di origine profondamente psicosomatica.

O per dirla alla francese… mi stavo ammalando di “giramento di palle”. Scusami per la lingua forbita, ma voglio che tu capisca esattamente come stavano le cose.

Non stavamo andando davvero da nessuna parte, e questo mi causava una enorme frustrazione, che a sua volta ha portato a…

Un blocco tipo “freno a ganasce” dell’azienda, perché dovevo sempre rincorrere i problemi e spegnere incendi, invece che progettare lo sviluppo

Inoltre, sprecavamo una marea di soldi in campagne di marketing che venivano sfruttate malissimo e il nostro conto in banca iniziava a soffrire…

Mi piacerebbe parlarti di quando il mio direttore finanziario, controllando a fondo i conti, si presentò nel mio salotto dicendomi con fare funereo: “Se dovessimo chiudere oggi e pagare tutti i fornitori di colpo, saresti sotto di almeno un milione di euro”.

Ma penso che questo film horror te lo risparmierò per un’altra volta… magari per quando ci vediamo in aula.

Poi, ogni tanto una gioia nella vita può anche capitare, perché alla fine mica ho ammazzato nessuno: è arrivata una botta di culo (te l’ho già detto che parlo anche il francese, no?).

A un mio corso ho conosciuto il genio Italiano delle automazioni:  Moreno Bonechi 

Era venuto lui per imparare da me, ma io scaltro come una faina e appiccicoso come una cozza patella, mi ci sono attaccato addosso.

A partire da quando, durante una pausa in corridoio, l’ho sentito con la punta dell’orecchio blaterare di cose come “automatizzare tutti i processi di marketing e di vendita in una volta sola”.

Questo tizio toscano e con la parlata un po’ stramba, sosteneva cose che all’epoca mi sembravano quasi assurde e a livello di sogno erotico: la possibilità di automatizzare tutti i processi di marketing in una volta sola.

In teoria bastava crearli o supervisionarne la creazione la prima volta. poi avrebbero continuato a funzionare perfettamente con il pilota automatico... come se fossi sempre io a scrivere o a trattare con i clienti.

Anche se invece era un’automazione, ossia…

Un processo costruito da un umano, però poi gestito a mitraglia e a ripetizione da un software!

Un software che, a differenza degli umani:

  • non si sbagliava mai;
  • non smetteva mai di lavorare 24/7;
  • non si ammalava mai;
  • non andava mai in sciopero;
  • non si demotivava;
  • non aveva alti e bassi di produzione.

Mi sentivo di colpo come Skynet, il “Grande Fratello” artificiale dei film di Terminator.

Avrei potuto avere al mio servizio una squadra di “killer” infallibili, inarrestabili, che non si sarebbero mai arresi, non si sarebbero mai fermati e non avrebbero smesso di eseguire i miei ordini finché non avessero raggiunto l’obiettivo.

  • Invii automatici di Email, SMS, Whatsapp ecc. ai clienti giusti al momento giusto? Mandate;
  • avvisi automatici ai venditori per richiamare i clienti nel miglior momento possibile? Fatto;
  • campagne che partono in automatico al momento giusto e inseguono i clienti come missili radiocomandati fino a quando non colpiscono il bersaglio? Pronte;
  • richieste di referral ai migliori clienti, eseguite al momento perfetto per ottenere il miglior risultato possibile? Eccole su un piatto d’argento;
  • clienti “dormienti” che vengono riattivati dal nostro “Terminator” personale, senza dover sperare che i venditori vadano a spulciare un database a mano e si motivino a farlo? Ai tuoi ordini, padrone.

Ormai ero completamente eccitato e avevo chiaro al 200% qualcosa che avrebbe fatto tutta la differenza nel mondo negli anni a venire:

L’importanza di smetterla di fare il vigile/controllore in azienda e lasciare che l'automazione si prendesse cura, come una macchina infallibile e inarrestabile, della relazione con i clienti e della supervisione della rete vendita.

Un sogno che si realizzava!

Per fartela breve, appena abbiamo avviato le prime automazioni:

  • le campagne hanno iniziato a funzionare perfettamente;
  • i venditori sono diventati autonomi al 100% dopo la formazione iniziale;
  • l'azienda ha finalmente iniziato a crescere come mai era successo prima di allora.

E parliamo di un’attività al tempo quasi unipersonale, che si avviava invece a diventare la più grande azienda mai esistita in Europa nel suo settore.

Non è per vantarmi, dico sul serio, ma solo per darti una dimensione, un’inizio e una fine.

E tutto questo è stato possibile non grazie al mio talento, ma grazie alla potenza incredibile delle automazioni ideate da Moreno.

A dirla tutta, ho capito (anche molto in fretta) che non è possibile fare azienda con i fogli di carta, i file Excel, le cose ricordate a mente.

E tanto meno affidandosi a fornitori esterni per l'acquisizione clienti, perché si pensa che sia troppo difficile e di non esserne in grado.

Devi solo iniziare a creare la tua prima automazione e sperimentare sulla tua pelle la gioia di vedere le cose che funzionano, i fatturati che crescono e i clienti felici.

E soprattutto, il tuo tempo che giorno dopo giorno si libera sempre di più.

Giusto per farti capire quanto io fossi entusiasta di questi risultati, ho deciso di "acquisire" Moreno come mio socio con tutti i suoi collaboratori, rendendoli fin da subito il cuore pulsante di Metodo Merenda, perché ormai avevo capito che…

Il segreto per diventare una grande azienda partendo da (sotto) zero, si nascondeva dietro la capacità di automatizzare il marketing e le vendite.

Dopo averlo fatto, grazie ai risultati sono riuscito a ripianare la mia situazione economica "ballerina", a risanare tutti i debiti che si erano accumulati e, finalmente, a vedere un conto in banca che cresceva in fretta, sempre di più e giorno dopo giorno.

Un sospirone di sollievo che non ti dico!

Ho iniziato a dimagrire, i capelli un po’ sono ricresciuti, mi sono passati tutti gli acciacchi e, te lo giuro, qualcuno mi dice anche che dimostro dieci anni di meno. Magari lo dicono solo per adularmi ma, vedendo le vecchie foto di quando ero letteralmente “scoppiato”, sono disposto a crederci.

Quasi di colpo, come per magia (la magia dell’automazione), stavo ritornando a progettare corsi, prodotti, servizi, a dedicarmi alla selezione e alla formazione di nuovi talenti, tutto questo senza dovermi preoccupare di guardare e gestire il "passato".

In sostanza, mi sono potuto concentrare al 100% sul mio lavoro d’imprenditore, focalizzandomi sulla crescita e l'espansione della mia azienda, finalmente senza paura.

È stato in quel momento che ho realizzato che il “segreto” per assumere nuove persone e farmi aiutare nel marketing, nel copywriting e nelle vendite, era in sintesi avere un sistema automatico con l'autopilota per gestire:

  • gli appuntamenti di vendita;
  • le richiamate ai vecchi clienti;
  • la gestione dei referral;
  • l'invio delle email, degli SMS e dei WhatsApp giusti ai clienti giusti.

Perché, grazie al potere delle automazione, sarei diventato inarrestabile e avrei potuto agevolmente…

Chiudere automaticamente più contratti possibili e far crescere la mia azienda, senza una costante supervisione 24 ore su 24.

In poche parole, il mio piano era molto semplice: far crescere l'azienda come mai prima d'allora.

Acquisire nuovi potenziali clienti e inserire e formare nuovi venditori, per convertire i lead che arrivavano a fiumi in tutto ciò che conta veramente per un’azienda:

  • clienti paganti;
  • contratti firmati;
  • fatture;
  • incassi.

E visto che, dopo anni e anni in apnea costante, avevo finalmente del “tempo libero”, mi sono messo a creare nuovi funnel e nuove campagne di marketing e a scrivere nuovi materiali che attirassero nuovi clienti…

Ma non mi sono certo fermato lì…

Senza farti dei pipponi troppo tecnici, diciamo che abbiamo iniziato ad automatizzare queste campagne, facendo in modo che il software CRM che avevamo scelto per gestire i clienti parlasse da solo e in maniera automatica con le piattaforme pubblicitarie come Google, Facebook, Instagram, ecc. e facesse partire e gestisse le campagne in autonomia ogni volta.

Una goduria, no?!? Te lo dico io… sì!

Fatto questo, ci siamo anche assicurati che la nostra automazione:

  • attivasse in tempo reale i venditori nel contattare i clienti;
  • monitorasse il loro rendimento;
  • mi fornisse le statistiche per apportare piccoli e tempestivi correttivi solo quando necessario, ma sempre prima che si potessero verificare dei veri problemi.

Tutto questo era bellissimo e meraviglioso.

La mia vita era cambiata in meglio e avevo sterzato di 180° il destino del mio conto corrente e del mio stato di salute, ma…

C’era un problema che non avevo considerato (te l’ho già detto che sono un po’ sfigato no?).

Si era creato uno "scollamento" tra il nostro rinnovato "livello tecnologico" e quello dei nostri Studenti.

Avevamo fatto un salto in avanti nel tempo alla "Ritorno al Futuro" (parte seconda, se sei un nerd come me).

In altre parole, mentre i nostri Studenti continuavano a ricevere dai nostri corsi un sacco di strategie di marketing, vendita e business corrette, si ritrovavano però a dover gestire ancora tutto a mano e in prima persona.

Quindi mentre noi crescevamo, chi ci seguiva "arrancava" nello starci dietro, perché non disponeva come noi del turbo, di quegli steroidi nel motore che noi avevamo messo proprio grazie alla tecnologia dell'automazione che avevamo creato.

Gira che ti rigira, pensa che ti ripensa, divenimmo così frustrati da decidere di rivelare e insegnare ai nostri Studenti esattamente la stessa tecnologia che noi avevamo utilizzato per far decollare e mandare in orbita la nostra azienda.

Anche se, sono sincero, in principio ne eravamo molto gelosi e, come tutti, in maniera irrazionale temevamo di dare via per niente i nostri segreti.

Abbiamo chiamato questo processo, che poi è diventato un corso dettagliato e step by step (passo passo in italiano, per quelli come me con la terza media):

Fantastic Automation

L’unico corso che insegna come aumentare le vendite, fidelizzare i clienti e guadagnare “tempo libero” in modo automatico, automatizzando i processi di marketing e vendita dell’azienda.

Sì, voglio iscrivermi a Fantastic Automation

Ne eravamo convinti: insegnare ai nostri Studenti in maniera dettagliata e a prova di errore (ma anche facile e veloce) come automatizzare i processi di marketing e vendita dell’azienda… e soprattutto come delegarli quasi in toto a un software perfetto e incapace di sbagliare, era l’unico modo per assolvere alla missione di Metodo Merenda.

Dopo 11 anni esatti dalla creazione della nostra azienda, dopo aver sputato sangue in test, prove, errori e dopo aver buttato tempo e denaro e aver sacrificato la salute, abbiamo creato Fantastic Automation.

Oggi posso vedere i miei Studenti che fanno crescere le loro aziende alla velocità della luce, molto più rapidamente anche di quanto non abbia fatto io.

Da quando abbiamo messo a disposizione Fantastic Automation, tutti coloro che hanno partecipato hanno visto un'accelerazione nella crescita del loro business senza precedenti.

I loro clienti aumentano velocemente, i loro fatturati e gli incassi aumentano vertiginosamente ma, soprattutto, gli imprenditori ritrovano quel senso di libertà e di gioia nel recarsi al lavoro che pensavano di aver perduto.

Dopo aver creato Fantastic Automation, ho visto i miei Studenti felici, realizzati, instradati alla velocità della luce verso il successo che avevano sempre desiderato… esattamente come avevo fatto io prima di loro. 

A dirtela tutta, infatti, devi sapere che…

Grazie al sistema di automazione che insegnamo a Fantastic Automation, sono stato anche in grado di smetterla di lavorare e andarmene finalmente in pensione.

Sto scherzando, ma non troppo.

Tecnicamente sono davvero "in pensione", proprio grazie alle automazioni che governano la mia azienda, perché:

  • oggi possiamo acquisire i clienti in modo automatico;
  • i venditori non hanno bisogno di essere supervisionati costantemente;
  • i clienti ricevono sempre e automaticamente la comunicazione giusta al momento giusto.

Ma più di tutto, sono contento e orgoglioso di dimostrare ai miei Studenti che un futuro diverso è possibile rispetto al diventare schiavo della propria azienda o il dover rimanere incatenato ad un'impresa di piccole dimensioni, perché non si è in grado di farla crescere.

Un futuro in cui la tua attività ogni giorno si porta a casa nuovi clienti in quantità e non perde nemmeno mezzo cliente di quelli già acquisiti, senza che tu debba fare il mastino da guardia che controlla che ognuno in azienda faccia il proprio lavoro come si deve.

Che dici, vorresti anche tu un’azienda che non solo non esplode appena distogli lo sguardo, ma addirittura continua a crescere e a conquistare quote di mercato senza che tu debba lavorare 90 ore a settimana?

Fantastic Automation

L’unico corso che insegna come aumentare le vendite, fidelizzare i clienti e guadagnare “tempo libero” in modo automatico, automatizzando i processi di marketing e vendita dell’azienda.

Sì, voglio iscrivermi a Fantastic Automation

3 giorni di corso che definire intensi è decisamente riduttivo.

Moreno Bonechi, il genio italiano delle automazioni e colonna di Metodo Merenda, non ti farà certo sprecare tempo prezioso parlando della teoria dei massimi e di inutilità inapplicabili nel caso specifico della tua azienda.

No no: a partire dal primo minuto del primo giorno di Fantastic Automation, inizierai a sporcarti le mani e a lavorare direttamente sulle automazioni fondamentali per far schizzare i risultati della tua attività.

Partendo innanzitutto dalle care e vecchie carta e penna: Moreno ti aiuterà a letteralmente disegnare il funnel e le automazioni specifiche per i tuoi processi di marketing e vendita.

Dopodiché, prenderà spazio la parte “tecnologica” di Fantastic Automation, come sempre a misura anche di Studenti non tecnologici: a pannelli aperti, insieme a Moreno inizierai a definire e impostare le tue prime automazioni.

In questo modo, avrai iniziato ad automatizzare i processi della tua attività ancora prima di aver finito il corso, annullando completamente il rischio di tornare poi in azienda e non sapere da che parte cominciare per mettere in pratica ciò che hai imparato.

Anzi, a essere sincero ti ho appena detto una bugia.

Non è vero che comincerai a lavorare sulle tue automazioni prima della fine di Fantastic Automation: potrai iniziare addirittura prima di cominciare il corso stesso!

No, non ho preso un’improvvisa botta in testa.

Devi sapere, infatti, che appena il tuo processo d’iscrizione a Fantastic Automation sarà completato, avrai accesso a un video corso bonus che, come si suol dire, da solo vale il prezzo del biglietto:

Bonus Straordinario

 Prendili per il Funnel 

Oltre 2 ore di video corso per te GRATIS anzichè 897 €, in cui Moreno ti prende per mano e inizia ad accompagnarti nel magico mondo delle automazioni, spiegandoti che la marketing automation:

  • non significa inviare email a cannone a tutti i tuoi contatti;
  • non vuol dire fare marketing online per acquisire clienti a cui mandare un report gratuito per email (e poi altre email a cannone);
  • è un processo che ha l’obiettivo di rendere prevedibile la crescita dell’azienda;
  • è costituita da 5 pilastri fondamentali: brand, piano crescita, team, processi e clienti;
  • senza di essa, il tuo budget marketing finisce solamente per finanziare Google, Facebook e i tuoi concorrenti;
  • non ha nulla a che vedere con ciò che ti dicono là fuori, ossia che per acquisire clienti basta fare un sito web con Wordpress, un funnel, una landing e una campagnetta su Facebook;
  • e molto, molto altro che per adesso non ti svelo.

Arrivato a questo punto, penso non esistano altre parole in grado di spiegarti quanto è importante partecipare a Fantastic Automation, per il tuo futuro e quello della tua azienda.

In questo momento sei davanti a un trivio e, in base alla decisione che prenderai, potrai imboccare solo una di queste 3 strade parallele:

  • puoi decidere di provare ad automatizzare qualche processo in autonomia, leggendo qua e là qualche guida su Google. Sapendo però che, nella migliore delle ipotesi, renderai automatica qualche attività minore che non ha alcun impatto reale sul tuo business. Nella peggiore (e più probabile), invece, metterai le mani nei posti sbagliati e causerai alla tua azienda un’emorragia di clienti e fatturato;
  • puoi lanciare una monetina e affidarti a sentimento a una delle migliaia di web agency là fuori. Ma probabilmente hai già sperimentato che, nella media, dopo aver mandato email a cannone a casaccio ai tuoi clienti, questi espertoni del web non sanno da che parte girarsi;
  • puoi compilare il form qui sotto, affidarti a Moreno Bonechi e tutto lo staff di Metodo Merenda e imparare come progettare e mettere in pista tutte le automazioni di marketing e vendita che servono sia alla tua azienda per moltiplicare clienti e profitti, sia a te stesso per delegare senza timore l’operatività spiccia.

La scelta è nelle tue mani. Scopri come bloccare il tuo posto in aula a…

Fantastic Automation

L’unico corso che insegna come aumentare le vendite, fidelizzare i clienti e guadagnare “tempo libero” in modo automatico, automatizzando i processi di marketing e vendita dell’azienda.

Sì, voglio iscrivermi a Fantastic Automation

…Compila il form qui sotto e lascia i TUOI dati per riservare il tuo posto a…

Fantastic Automation

Fantastic Automation si terrà presso l’Auditorium Metodo Merenda* a Mendrisio in questa data:

17-18-19 ottobre 2022

 

* campi obbligatori

(* Salvo diversa disposizione delle Autorità Italiane o Svizzere)

Dopo numerosi test effettuati, il Salvagente ha deciso di conferire la certificazione “ZeroTruffe” all’azienda Metodo Merenda.

Diventare un’azienda ZeroTruffe significa superare molti test che il nostro team di esperti effettua su vari fronti.

In particolare, Metodo Merenda si è dimostrata all’altezza di tale certificazione per:

  • qualità delle informazioni divulgate e funzionamento del Metodo;
  • veridicità delle centinaia di testimonianze;
  • eccellente servizio di assistenza al cliente.

Non erano prove facili ma con minuziosa attenzione, il nostro team ha valutato l’azienda idonea alla certificazione.

Per maggiori informazioni sul bollino “ZeroTruffe” ottenuto da Metodo Merenda, clicca qui zerotruffe.it/c0009


EditorialeNovanta Srl, con sede legale a Roma, CAP 00185, via Ludovico di Savoia, N.2b, Partita IVA 12865661008, editrice della rivista “Il Salvagente” diretta da Riccardo Quintili

Ti aspettiamo in aula.

Rock ‘n’ Roll!


Frank Merenda

Per assistenza chiama il numero verde 800.790053 oppure clicca qui assistenzametodomerenda.com

Copyright © 2022 | Mercury Training Group SA - Via Maria Ghioldi-Schweizer, 2 - 6850 Mendrisio, Svizzera | Privacy Policy